Raspberry Pi: progetti futuri e qualche opinione

Dopo aver pulito un po’ il blog da categorie inutili, rimossi alcuni tag inutili e doppi, voglio tornare a scrivere due righe su uno degli argomenti più caldi di questa mia estate 2012: Raspberry Pi. Il giocattolino dell’Università di Cambridge mi attira parecchio, ma per l’acquisto dovrò attendere la fine del mese di Luglio, ma intanto ho cominciato a mandare avanti qualche piccolo progettino per questo vero e proprio gioiello. 

Ho cominciato selezionando gli accessori per questo mini-pc non del tutto completo: cominciando da un case, ho scelto quello costruito con delle Lego che fa molto “fatto in casa”, adattandosi perfettamente con la filosofia del dispositivo, un convertitore di segnale da HDMI a VGA (senza spendere una cifrona) e una SHDC classe 10 da 16 GB come da lista disponibile sul sito ufficiale del progetto.

Mentre il lato software verrà gestito da Arch Linux per ARM, dopo il recente porting per la piattaforma mobile più diffusa sul mercato, ecco che le possibilità che si presentano sono numerose ed aprono spiragli a nuove possibilità di utilizzo di questa fantastica e versatile distro. Una su tutte è la possibilità di utilizzare gtkdialog per utilizzare alcuni tool “alternativi” come Pacmind: l’idea è la medesima, piccole GUI prevalentemente leggere che gestiscano tool a riga di comando. Il paradosso però è agli occhi di tutti: GUI su un mini-pc più che scarno.

Non essendo un super sviluppatore utilizzerò l’accoppiata Arch Linux+Raspberry per puro divertimento, nulla di trascendentale sia chiaro. Magari riuscirò a ripristinare la pace tra me e le varie distro GNU/Linux, soldini permettendo.

  • Tony Stark

    Io l’ho ordinato a fine giugno e mi arriverà verso settembre.. non vedo l’ora! :)

  • Pingback: Visto nel Web – 35 « Ok, panico

  • http://www.evilripper.net evilripper

    io l’avevo ordinato a maggio e mi è arrivato inizio luglio – inizio agosto adesso non manco il tempo di spacchettarlo… mi manca anche il cavo hdmi – vga uff… cmq bellissima l’idea di usare i lego per il case! :D

  • Pingback: Anche il Raspberry Pi a bordo! | Gusions Blog

  • http://nessuno antonio

    Nell’articolo hai indicato un coverter hdmi to vga che fa riferimento a un link di amazon, il problema è che lo store di amazon che tu indichi non spedisce in italia.

  • Mario

    Occhio al convertitore hdmi->vga: credo che quello che hai linkato tu sia un convertitore “passivo”, come i famosi adattatori dvi->vga per pc che funzionano solamente perchè le schede video incorporano entrambe le tecnologie (analogica e digitale).
    Raspberry possiede solo la circuiteria per la tecnologia digitale, per cui un adattatore passivo (che altri non fa che cambiare la forma del connettore!) sarà inutile.
    Per la conversione hdmi->vga servirebbe un convertitore digitale->analogico, si discuteva del forum del fatto che sarebbe stato certamente antieconomico comprarne uno :)

  • Marco Usai (Gusions)

    Grazie mille, ho optato per un monitor hdmi :)