Gimp 2.8 sta per arrivare, fine del calvario.

La notizia è quella che si aspettava da parecchio tempo ed è finalmente arrivata. Gimp 2.8 sta per arrivare dopo anni di attesa, anche se si parla già della versione 3.0. Lo sviluppo piuttosto altalenante del volpino, non permettere nemmeno di ipotizzare una data di rilascio per un macro aggiornamento.

Qualcuno leggendo il post su Libre Graphic World o su Ossblog avrà gioito, forse leggendo il titolo. Il contenuto è piuttosto demoralizzate, dato che nonostante sia passato più di un anno, la situazione descritta nel mio post G-(non)Power, gimp è rimasto indietro? non è cambiata per nulla.

Praticamente noi, secondo quello che possiamo captare in rete, abbiamo aspettato più di due anni solamente per la tanto attesa modalità “single window”, che iddio la benedica per carità, ma dopo 48 mesi di sviluppo mi sarei atteso un qualcosa «di più». In questa versione non saranno presenti i due progetti sviluppati all’interno del GSOC 2011 finiti troppo tardi per essere implementati, tutto questo arriverà con la versione 2.10 che ci permetterà finalmente di raggruppare i livelli.

Il ritmo dello sviluppo del volpino dovrebbe aumentare e dovrebbero diminuire i tempi per fornire una versione completa per il 2012,  suerte permettendo.

Dunque nei prossimi mesi avremo due versioni: la versione 2.10 che includerà OpenCL su GEGL, Seamless Clone, Warp Transform e la versione 3.0 sarà solamente una riscrittura in Gtk+3 per allinearsi agli standard del desktop Gnome.

Vediamo quanto vicino è questo rilascio, che per la prima volta non m’entusiasma per niente. Spero che la modalità “single window” mi faccia riacquistare fiducia nel volpino col pennello in bocca.

Tagged ,
  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    Gus sei proprio incontentabile, vorrei vedere te a gestire un progetto come GIMP in tre persone con i loro impegni personali e la loro vita.

    Cavolo sono pur sempre 2 anni di immobilismo ma alla fine c’è l’hanno fatta, diamogli respiro il 2012 ora sarà tutto in discesa.

  • http://okpanico.wordpress.com/ juhan

    Picchio ha ragione, come (quasi) sempre.
    Bello il nuovo layout minimale e leggibile.

  • gusions

    @Picchio & Jhuan, ho sempre difeso a più riprese anche su ossblog gli sviluppatori di Gimp, ma concedetemi per una modalità single view ci vogliono 3 anni? O si fa chiarezza sul modello di sviluppo o gimp è pronto a morire.

    La modalità poi a finestra singola è pronta da agosto, perché aspettare ottobre?

  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    “La modalità poi a finestra singola è pronta da agosto, perché aspettare ottobre?”

    Avranno avuto i loro motivi, ad es google non ha ancora rilasciato i sorgenti di android 4.0 perché “non è pronto” anche se è “finito”.

    “…per una modalità single view ci vogliono 3 anni?”

    3 sviluppatori di cui quanti si occupavano dell’UI ? Ti ricordo che non sono manco pagati.

    “O si fa chiarezza sul modello di sviluppo o gimp è pronto a morire.”

    Sono d’accordo ma se il numero di developper non aumenta dubito che ci sarà una velocizzazione nei tempi di sviluppo se mai ti possono dire “ci metteremo il tempo che ci vuole”.

  • gusions

    @Picchio, il paragone non regge! Android non lo rilascia volutamente, non prima dell’uscita del Nexus S.

    Beh molti sviluppatori non sono pagati ma riescono ad avere tempi accettabili!

    Sono dell’idea che Gimp debba essere acquisito da qualche azienda mega.

  • Pingback: Frattanto nella blogosfera #36 « Ok, panico

  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    Gus quale azienda mega avrebbe le palle di sfidare lo strapotere di adobe nel campo dell’editing delle immagini ?

  • gusions

    Anche Canonical potrebbe dare un piccolo apporto, Novell no?

  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    Canonical ? Quella che ha perdite nette da anni e che tenta disperatamente guadagni in ambito server ? Ma per favore.

    Novell ? La stessa che si è svenduta al miglior offerente ed ora tenta di restare a galla ? Si come no.

    Nessuna ditta che punta su Linux ha un reale interesse per il mercato desktop nessuna, neanche Canonical. O meglio Canonical c’è l’aveva ma ha perso la sua occasione e ora non ha i mezzi per opporsi realmente ad Adobe.