Ubuntu 11.10, WTC?

È finalmente arrivata, la migliore versione di Ubuntu. La tanto attesa versione 11.10, quella del riscatto, l’evoluzione di Natty. È arrivata, ed ha già rotto le palle.

Oggi mi trovavo nella mia bellissima classe a non fare nulla quando ho ricevuto tramite il mio bellissimo iPod Touch la notizia del rilascio di Ubuntu 11.10 aka Oneiric Ocelot; dal nome brutto quanto inutile. Tornato dalle quotidiane sei ore di inferno ho mandato l’aggiornamento dal terminale  dato che ho installato la versione del 7 Ottobre.

Quindi l’attesa era prossima allo zero. Avevo già visto ligthDM, i nuovi bordi, gli aggiornamenti di Unity e tutto quello che ha portato questa rivoluzionaria ed innovativa versione.

Scelte

Scegliamo tutti i giorni, cosa indossare, cosa mangiare, con chi stare, chi frequentare e chi ripudiare. In base a questi principi ho deciso di ripudiare senza possibilità di ritorno Unity, bocciato nuovamente. L’ammasso di codice senz’arte ne’ parte tale è rimasto. Le mie prove di 4 giorni non sono fruttate per nulla, anzi mi hanno portato ad odiare ancora di più questo prodotto, plasmato da ottimi contributor come Andrea Azzarone, Marco Trevisan e tutto il team Italiano di Ubuntu.

La mia scelta inizialmente sarebbe stata quella di indossare nuovamente Arch Linux anche sul pc fisso, ma poi per motivi “produttivi” ho dovuto rinunciare e rimanere “solo” sul notebook. Per questi mesi ho deciso di mangiare pane e innovazione e di stare con Gnome 3.2.

GNOME 3.2 666 – 0 Unity

Questo misero risultato ancora non rende giustizia al grandissimo lavoro del team Gnome, che stravince su quello Canonical. Ammetto che è stato difficile aprire il terminale, ricordarsi dell’esistenza di apt-get e scrivere l’automatico comando:

sudo apt-get install gnome-shell

Capitemi è difficile. Quale innovazione, se non si può installare gnome 3.2 con una  GUI che non richieda più di 4-5 click.

Parlando seriamente, Gnome 3.2 è davvero troppo avanti rispetto a Unity; le prestazioni non sono minimamente paragonabili e non sono uno di phoronix e non uso aggeggi del diavolo per affermare quello che dico. Nonostante alcuni miei lettori avanzano accuse contro la mia persona per una svista di significato, sono ancora capace di affermare che Gnome 3.2 non è meglio di Unity. MA MOLTO MEGLIO. Non giochiamo a fare i fanboy per carità, di questi tempi poi…

Diamo a Mark ciò che è di Mark, ecchecccazz

Il software center è veramente più reattivo di prima, peccato che non lo avvierò mai, nemmeno per sbaglio. Sopratutto con una icona del genere che cosa puoi cercare di installare, se sembra che stia vomitando le applicazioni?

Perchè? Con tutti gli ottimi designer come Daniel Foré, che sanno realizzare delle signore icone mi mettete una busta dell’Auchan come icona del USC?

Oltre il bellissimo software center, abbiamo le nuove Ayatana Scrollbars di Andrea Cimitan. Un capolavoro affogato nella mediocrità generale. Grazie Andrea, almeno tu dai un senso al mio utilizzo di Ubuntu.

Gnome 3.2 l’elogio.

Se te lo sei perso, rileggilo. Oppure sei solo un fanboy. Che dici?

La favoletta del Countdown.

Ad Ubuntu 11.10 è stata data tanta importanza, pure troppa. Tutti sappiamo che le release tra le LTS sono versioni di testing, con poca sostanza e molte novità.

È apparso sulla rete e si è diffuso a macchia d’olio, un giochetto dell’ Ubuntu Advertising Team: http://thisisthecountdown.com/ del quale sono membro pure io, ma ero all’oscuro di tutto dato che me ne frega davvero poco.

Tutti hanno pensato a qualcosa di grande, la resurrezione del Messia, un nuovo notebook ufficiale, un nuovo universo o il sextape di Belen (ah no quello c’è già) . Invece abbiamo aspettato anzi hanno aspettato fino alle 20.00 per una scritta fatta su Gimp. Grazie fanboy, vi amo.

Il bello che dopo l’attesa, non si può nemmeno provare a bucare il sito per la rabbia dato che è già stato eliminato del tutto. Che amarezza.

Conclusione

Ubuntu 11.10 è un buon prodotto, solo se utilizzato con Gnome Shell. Unity non è ancora all’altezza delle masse. Gnome 3.2 con i suoi aggiornamenti software salva in parte la faccia di Canonical, già lapidata da numerosi post offensivi e poco obbiettivi (come questo).

Non riesco a trovare nulla di buono in questa release, nemmeno volendo. Al di fuori di Gnome 3.2 eh.

Anche questa volta Unity è respinto, vediamo se l’aria d’Orlando (magari furioso) schiarirà le idee a numerosi sviluppatori provenienti dal mondo di Mark.

Non ci resta che pregare e chiuder le chiappe anche quest’anno.

  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    ammazza che trollata…mi piace :D

  • Pingback: Frattanto nella blogosfera #34 « Ok, panico

  • http://dottorblaster.it Bl@ster

    Concordo sia sul Software Center che su Ubuntu 11.10 ottima, però ti assicuro che se dovessi darla in mano a mia madre (cosa che farò) sarebbe assolutamente con Unity.

  • gusions

    Ti dirò, i miei genitori che utilizzano regolarmente il mio Pc, si trovano meglio con Gnome 3.2 :)

  • PietroChico

    I miei non sentono nemmeno il cambiamento, immagina AHAH

  • Pingback: » Grazie GNOME di esistere Gusions Blog