Ubuntu 11.04, l’inizio della fine o la fine di un inizio?

Eccola qua signori e signore la distro unitycentrica, la seconda rilasciata da Canonical e l’ultima nata in casa Canonical. Oggi mentre alle 11.00 mi alzavo dal letto, il post-it appeso nella mensola sopra la mia testa mi ha ricordato che oggi sarebbe uscita ubuntu NN. Non di certo entusiasta per la notizia, mi sono fatto un caffè nero pece, senza zucchero per prepararmi alla delusione del rilascio della mia ormai ex distro preferita. La mia linea sul rilascio delle distro ha due direzioni opposte che s’attraggono ma non si incontrano. Secondo me una distro deve seguire due filosofie: o esce quando è pronta o è una distro rolling release, parlare di filosofie e rilasci semestrali non ha senso o almeno, non lo conocepisco.

Alle 13.00 ora di pranzo leggo su facebook l’annuncio di cimi dell’avvenuto rilascio di Ubuntu 11.04, preso dalla voglia di sputtanar recensire la nuova versione di MarkUbuntu, mangio due bocconi e mi fiondo a scaricare via torrent ovviamente, la neonata. Dal portatile che monta elementary OS, masterizzo l’immagine e la provo sul mio Packard Bell ixtreme e sono qua per riportarvi i miei pareri-impressioni sul tutto.

A mio parere i quattro aggeggi da discutere sono:

  • Unity
  • Confronto Unity¹ e Unity²
  • La strada intrapresa da Canonical
  • Cosa ne sarà di Ubuntu

Unity eccola qua, il geniale fork di Gnome 3 da parte di Canonical creato come “dispetto” alla comunità gnome (cfr. Canonical non vuole forkare Gnome ma lo sta facendo) è approdato ed approderà sul desktop di milioni di user in tutto il mondo è la grande novità di NN. Ho già espresso le mie opinioni su Unity e dopo 8 ore di lavoro con esso sono preparato psicologicamente e non a spendere altre due righe su questo progetto, se tale può essere definito. Se ho definito in precedenza:

Unity concettualmente è un bel progetto, praticamente è un ammasso di codice legato a compiz e altre millemila castronerie

Provandolo nuovamente, nella versione definitiva penso di aver reso ad Unity giustizia, forse graziandolo di qualche aggettivo poco consono per un blog come questo, che a quanto pare continua a piacere. A primo impatto la cosa che mi è piaciuta di tutto Unity, sono le icone di libreoffice. Davvero belle razionali, il contrario di Unity. I crash hanno la stessa frequenza dei miei starnuti dovuti all’allergia (quattro giorni fa sono finito in ospedale per una crisi allergica, comprendete il paragone) e le prestazioni non mi convincono per nulla, Slingshot e Gnome-Shell sono anni luce avanti.. Continuo a non concepire il fatto che “la dock” sia messa a sinistra e non in basso, il monitor è sempre quadrato se l’autohide fa scomparire la dock a destra può farlo anche in basso, poi si mi direte che per la dash non va bene ma perché Dan Rabbit riesce a fare certe cose e i designer della più grande distro GNU/linux no? I misteri di Markiddio.

Confronto Unity¹-Unity² è forse la cosa più sensata dell’intero articolo. Tutti spacciano Unity come una novità, stop, cazzata. Infatti la versione 10.10 di Ubuntu Netbook Remix montava una prima versione di Unity che ha alcune cose in comune con questa versione per desktop:

  • È irrazionale come la versione per il desktop
  • È piena di bug come la versione desktop
  • Entrambe al momento del rilascio non erano pronte per il grande pubblico
  • Entrambe non vanno d’accordo con la mia scheda grafica
  • Entrambe non dureranno molto

Ma si differenziano anche sotto alcuni aspetti:

  • La versione di UNR si basava su Mutter, quella di NN si basa su compiz
  • La versione di UNR era concepita per i Netbook (giusta concezione), la versione per NN è un cattivo adattamento ed una concezione forzata di un prodotto per netbook
  • La versione per netbook era decisamente meno prestante
  • La versione desktop è meglio di quella netbook per via della presenza delle icone di libreoffice

Quindi riassumendo entrambe le versioni sono instabili, buggate, non pronte per il grande pubblico, senza futuro, poco prestanti ; mentre la versione per desktop è migliore della precedente perché basata su compiz e non su mutter, è più prestante ed ha le bellissime icone di libreoffice. Mentre la prima versione è un abominio completo, senz’arte ne’ parte.

Canonical l’azienda capitanata da sua maestà Markiddio dopo la vicenda Banshee-Amazon ha incominciato ad intraprendere una strada che sa molto di sbando. Come possiamo vedere, Unity è una chiara risposta a Gnome 3. Non capendo chi sia la brutta copia di chi, e quale sia il prodotto menopeggiore, mi sento di definire Canonical “sulla brutta strada”. La distro GNU/linux per antonomasia, dopo aver snobbato Gnome 3 e il suo ambizioso progetto di nuova concezione di Desktop (con la D, si), dopo aver messo gli sviluppatori di Banshee con il plugin Amazon, effettua una mossa davvero rischiosa: il rilascio di Unity in NN. Dopo la possibilità di un rinvio a Ubuntu Orca Obesa (che nome..), ho avuto la prova che la comunità Ubuntu non ha influenza. È sotto gli occhi di tutti la poca affidabilità e la non prestanza di Unity, i test svolti da Canonical stessa lo testimoniano. Perché rilasciare Unity alla 11.04 e non aspettare? Unity ad ora non fa concorrenza a Gnome 3, manco di striscio caro Mark. E caro capo non credo tu sia realmente felice del rilascio di Gnome 3. Ma un capo fa questo e altro. Dove vogliamo andare? Ubuntu piaceva e piace perché dava ascolto agli utenti e alle loro esigenze, ma ora?

Cosa ne sarà di Ubuntu? Bhe, non sono un mago. Questo dovete dirmelo voi cari utenti, la vostra opinione mi interessa molto in questo caso. Proprio ieri riflettevo che non ho mai interagito con gli utenti. È ora di iniziare e voglio sentire i vostri ipotetici scenari su come sarà Ubuntu nel futuro…

Tagged , , , , ,
  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    Minchia ci sei andato giù pensate xD

    Cmq sia credo che Unity avrà futuro c’è gente a cui piace e gente che ci lavora per passione (bugfinxing sopratutto).

    Personalmente l’evento che aspetterò maggiormente sarà l’uscita di Linux Mint11 con Gnome3 (ci hanno promesso niente gnome shell quindi sto fiducioso magari ne esce fuori qualcosa di buono). Nel frattempo mi tengo stretto Openbox e dove lo devo usare ancora Gnome 2.

  • http://picchiopc.wordpress.com picchiopc

    Scusate per i due errori di battitura:

    pesante* bugfixing*

  • shishimaru

    ‘sti cazzi :DDD
    Beh, a dire il vero per la prima volta da due anni (ho appena compiuto 2 anni con Ubuntu, proprio ora! Un anno fa mi facevi gli auguri sul rilascio di Lucid :D) che nel giorno della release sono ancora a Maverick. Questo perché semplicemente sto bene così! Unity mi piace abbastanza, ma non è una cosa che userei sempre. Se devo solo navigare, chattare e ascoltare musica va benissimo! È tutto ben integrato.
    Ma cosa succede quando ho bisogno di smanettare, creare documenti e tanta roba? Non è per niente comodo. Ecco, credo che Ubuntu stia andando più che altro su una via molto ma molto precisa!
    Gnome 3 con gnome-shell mi è piaciuto veramente tanto, _potrei_ usarlo in futuro, ma non su Ubuntu che a quanto pare non vuole la shell per ora. Ma rimaniamo sempre sul solito fatto: se devo navigare e bla bla bla sì ma altrimenti bla bla bla no. Fra Unity e gnome-shell? La seconda forse.

    Per il resto, non credo che non si voglia dare ascolto alla comunità né altro, anche perché è stato subito ribadito tutto: Ubuntu non è in mano alla comunità.

  • paulhewson88

    Bell’articolo grande capo, ottimi spunti.
    Ti dico la mia come ho già fatto su twitter: ho provato la live di natty in beta 1 e non mi andava per via della scheda video del portatile, ho provato natty in virtualbox con unity 2d e mi fa schifo, ho provato la live di gnome3 beta sul fisso e lo stesso pare che faceva a cazzotti con la nvidia 9500 gt
    vista la brutta aria, lucid con kde 4.5 :)

  • D4NiLO

    m’hai fatto passare la voglia! XD

  • http://marcosbox.blogspot.com/ Marco

    Han fatto l’azzardo di lanciarla già da ora incompleta ma alla fine poco male, con due click si lancia l’interfaccia standard. È il bello del mondo GNU/Linux, se non ci va bene qualcosa si può ovviare senza necessariamente cambiare distro.

    Imho la scelta di includerla così con tutti i suoi bug ed evidenti problemi è stata fatta per avere un bacino di utenza più grande su cui testala e rifinirla. Eticamente scorretto ma sul piano pratico non contestabile :P

    Alcune potenzialità nel progetto ci sono, se son rose fioriranno….

    Aspetto anche io come picchio Mint 11 con la speranza che riesca a fare un bel ibrido.

  • canopus0003

    unity non mi piace, proprio no (senza per altro parlare del black screen con le ati radeon serie 3xxx); anche io aspetto Katya (mint 11) pur con una non piccola curiosità per il prossimo Pinguy; nel frattempo me la faccio con debian, gioco un pò con enlightment (bodhi) e mi tengo stretta la mia amata lince

  • Pingback: Ubuntu 11.04 – Opinioni sull’Elegante Narvalo « Ok, panico

  • Daniele

    Sono un utente non linux, ho scaricato l’11.04 perchè ho visto la recensione su internet e mi aveva colpito… (per inciso avevo provato la 8 e la 9).

    Ora posso dire che sono arrivati a un sistema operativo maturo e user friendly. E’ vero che da meno possibilità per smanettoni, ma per l’utente medio è decisamente piu valido delle versioni precedenti.

    Diciamo che magari hanno fatto un torto agli amatori di linux, ma hanno ottenuto un sistema operativo che può fare veramente concorrenza a microsoft non solo come prestazioni ma anche come usabilità per l’utente scimmia (90% degli utenti).

    ultimo commento… la novità per scaricare i software è una figata

  • http://anonimoconiglio.blogspot.com Santiago

    Dopo la possibilità di un rinvio a Ubuntu Orca Obesa (che nome..), ho avuto la prova che la comunità Ubuntu non ha influenza. È sotto gli occhi di tutti la poca affidabilità e la non prestanza di Unity, i test svolti da Canonical stessa lo testimoniano. Perché rilasciare Unity alla 11.04 e non aspettare? Unity ad ora non fa concorrenza a Gnome 3, manco di striscio caro Mark.

    che altro aggiungere?

    Sono comunque d’accordo con Picchio, Unity andrà avanti perché l’unica forza che ha Canonical è la “quantità” a discapito della “qualità”.

    Così come Microsoft Windows è andato avanti, così capiterà con Unity, perché stanno puntando a “nuovi utenti” e a provocare una sorta di assuefazione.. ora sto leggendo dei commenti in giro di questo tipo: “mah, dopo un po’ che ci prendi la mano, unity non è male”.

    Beh, sì, come direbbe il Colonnello Frank Slade: anche un bambino brufoloso ci prende la mano a farsi le seghe, ma scopare è tutta un’altra cosa.

  • gusions

    @picchio, si aspetterò ansioso Mint 11

    @shisi, io proprio non lo digerisco. È accettabile esteticamente per via delle icone di libreoffice , però non riesco a concepirlo. Sarà un blocco mentale. o.O però Gnome 3 e annessa ascell è avanti, troppo.

    @Marco, speriamo per l’utenza ubuntu :D

    @canopus0003, pinguy è interessante ho avuto modo di scambiare due chiacchiere con lo sviluppatore e ha un buon progetto in mente. Da seguire attentamente.

    @Daniele, si non hai tutti i torti però secondo me le strade che si potevano prendere erano molteplici ed un fork di gnome.. Beh questo è assurdo..

    @Santiago, +10 ;)

  • http://linea-dombra.blogspot.com kurtz77

    Io che non sono utente Gnome la sto provando senza troppi pregiudizi.
    Ha diversi difetti, è vero, alcune cose non sono dove te le aspetteresti, in generale sembra pensata per un dispositivo che, al momento, non esiste, indecisa fra un uso touch e la classica combinazione mouse/tastiera.
    Ma ha anche delle, semplici, buone idee soprattutto nello sfruttare lo spazio a schermo.
    E’ un po’ acerba e scorbutica in alcune funzionalità, ma non credo che il suo sviluppo sarà un disastro come scrivi.
    In un contesto di sistema operativo prodotto ha le sue qualità e persegue una sua peculiare idea di integrazione che mi pare rispettabile.
    Sono sinceramente curioso di vedere cosa sapranno tirar fuori nel lungo periodo, piuttosto che affossarne le scelte senza appello.
    E, francamente, le icone della dock sono la cosa che mi piace meno di tutte proprio perchè sembra non esistere una stessa unità stilistica, con elementi dal design più stilizzato ed altri più pittorici e descrittivi, che tradiscono sicuramente un intervento a più mani ma senza linee guida ancora ben ferme.

    Ciao

  • Kiiro

    Ma io sono l’unico che non ha avuto neanche un bug o crash di Unity dalla Beta1? o.o

  • roberto

    sono sempre stato Ubuntu ma dopo questa sto passando al molto meglio MINT…mi dispiace ma Unity è davvero orrendo.

  • Drumor

    Beh, concordo in pieno!
    Sono anni che mi faccio in quattro per sottrarre utenti a winzoz, sono riuscito a convincere quasi tutti i miei amici a passare a Ubuntu, li ho istruiti alla loro nuova interfaccia, finalmente non passo più i weekend a combattere con i loro PC… e adesso mi tocca ricominciare tutto d’accapo?
    Mi sa che studio qualche altra distro con con Gnome, forse Mint, e mi darò da fare con quella… sperando che anch’essa non verrà “rivoluzionata” in futuro!

    Cara Canonical, t’ho voluto bene… non si fa così!

  • ken

    Non posso che concordare con kurtz77 (“Sono sinceramente curioso di vedere cosa sapranno tirar fuori nel lungo periodo, piuttosto che affossarne le scelte senza appello”), e stupirmi per le bocciature radicali della stabilita’ di un sistema a poche ore dal suo rilascio, e dell’usabilita’ di un’interfaccia a poche ore dall’inizio della pratica con essa.

    Perche’ mai non dare un minimo di fiducia alle scelte di chi ha dato molto, moltissimo al mondo linux in questi anni, soprattutto nei preziosi termini della visibilita’ delle alternative al software proprietario?
    E questo, giusto per evitare di essere etichettato come un fanboy di Shuttleworth, lo scrivo in quanto utente linux da 16 anni, sviluppatore software, appassionato di open source, e socio attivo di un lug.

  • Max

    Ho installato la 11.04 per sbaglio (…in genere pensavo che le versioni successive fossero sempre migliori…).
    Non posso dire molto sull’interfaccia (de gustibus), ma sicuramente ho l’impressione che questo nuovo sistema operativo sia piu’ lento al boot (di parecchi secondi, se non qualche minuto)

  • Mox

    Uhm, da poco ho letto un articolo su un pc full-touch: mancava il s.o. che lo potesse interfacciare (win7 non era adatto). Secondo me Unity è su quella strada (vedi la dimensione delle icone) piuttosto che su quella della tastiera/mouse. Per il semplice fatto di non avere uno schermo Touch e di avere in media almeno 10-20 finestre aperte dai tempi dell’Amiga 500…. Unity non fa per me. Che poi il problema è che quello che c’è c’è, e lo trovi subito come in qualsiasi dockingbar da 15 anni a questa parte, ma quello che manca è un macello da rintracciare… Tutte le barre strumenti sono limitate (quella di win Xp, win 7, di gnome, di KDE…) e non sono una soluzione per un utilizzo poliedrico – sono uno strumento di comodità. Ecco cos’è Unity.

  • Francesco

    Io ho una solo soluzione: LINUX MINT

    Sarò stringato ma è così.
    Da quanto ho incontrato la Menta, Ubuntu è stato disinstallato da ogni macchina in casa mia.

  • gusions

    @Kurt, spero che tu abbia ragione.. Sarei felice di essere smentito, però quella sulle icone era una battuta..

    @Kiiro, beato te :D

    @roberto, +1 per te

    @Drumor, +1 pure per te!

    @Ken, beh allora qua andiamo proprio ad uno scontro a livello concettuale. Tu Canonical rappresentanza di GNU/Linux puoi permetterti di rilasciare un sistema operativo con un componente fondamentale instabile? Non ho bocciato in pieno Ubuntu, dico solo che ci sono altre distro sullo stesso piano (quasi) che hanno preso strade differenti più vicine al mio concetto di distro GNU/Linux, che non necessariamente è quello di distro per tutti.

    @Max, medesima impressione

    @Mox, io sono del parere che vogliano rendere i pc grandi tablet e tutto ciò mi mette il mal di stomaco..

    @Francesco, eh si Mint e eOS è il dual boot del futuro! ;)

  • Pingback: Linux Mint, che figura mi fai fare ? – Gusions Blog

  • Pingback: Brava Ubuntu, brava… – Gusions Blog

  • http://www.o-soft.org Luca

    Mi son ritrovato in questa pagina perchè non riuscivo a capire che cosa diamine era successo ad ubuntu…
    Uso spesso i live-CD per recuperare pc andati in malora per errori di winzoz e recuperare dati.
    Detto questo l’altro giorno passo dal negozio di pc di un mio amico ed era li intento a sistemare un hard disk 2.5 su cui era un vecchio linux per formattarlo in fat32 visibile sia da winzoz che da linux.
    dato che non sapeva usare benissimo ubuntu gli faccio:
    “apri il terminale e digita “sudo gparted”…”
    e lui:
    “ma dov’è il terminale?”
    io:
    “in applicazioni!!”
    lui:
    “non c’è applicazioni…”
    io:
    “ma che ubuntu è?!”
    lui:
    “11.04″
    io vado dietro il bancone a vedere ed in 10 min non son riuscito a trovare il teminale… vado al softwarecenter e dice che è installato… ma non riesco a capire come si trova…
    Morale? penso che buona parte degli utenti linux lo usino perchè smanettoni… ma come si fa ad essere smanettoni se è un problema persino trovare il terminale??
    lo proverò meglio a casa mia ma questo nuovo ubuntu non mi ispira molto…

  • Pingback: Gnome 3.2, ti adotterò. « Gusions Blog

  • Nico

    Ho installato Ubuntu 11.10 con la felicita` di un bambino, l’ho pure postato fu Facebook! Unity e` un disastro completo, mi sembra di aver a che fare con Windows. Non trovo niente, crasha spesso, se mando Skype in background non lo trovo piu` e lo devo killare da terminale…
    Un dolore al cuore!
    Ora che faccio, passo Gnome-shell, KDE o abbandono Ubuntu per Mint? Boh!