Monthly Archives: October 2010

Elementary-gtk 2.0, Elementary-icons 2.5 vediamoli…

Alcune volte passano sulla rete alcune notizie che io dovrei recensire istantaneamente, no. Avevo pensato da parecchio a tempo di parlare della “questione elementary”.

È stata rilasciata alcuni giorni fa la versione 2.0 (2.0.1 con aggiornamento dal ppa del team) del famosissimo e-gtk (elementary-gtk) e la versione 2.5 delle elementary-icons. Se qualcuno aveva criticato Canonical per la “tendenza different ” per lo spostamento dei bottoni a destra della finestra e per il colore del wallpaper di default, ora prepari i fucili. Continue reading

Tagged , ,

Uds giorno 1, cosa bolle in pentola?

E mentre in italia tutti quanti sanno smaltendo la sbornia post linux day, il mondo della distro Canonical e di chi ci lavora si prepara ad una trance di lavoro che toccherà molteplici punti ed aspetti da migliorare per la distro più popolare del mondo.

Il menù dell’Ubuntu Developer Summit, appare bello vario.  C’è di tutto, unity, icons theme, zeitgeist e il supporto (economico) ad ogni singola applicazione presente sull’USC. Continue reading

Tagged , , , , , ,

Ripristinare la combinazione alt+ctrl+d su Ubuntu 10.10

Alcune volte ci capita di essere piuttosto ripetitivi, nelle nostre azioni. Se ti è capitato di installare Ubuntu 10.04 ed eri abituato a minimizzare tutte le finestre in un solo colpo con ctr+alt+d, avrai certo notato che tutto ciò non accade sulla versione successiva. Sono delle combinazioni imposte dalla versione 8.04, che fanno parte un po’ di tutti gli ubunteri d.o.c. Oggi dopo essermi accorto che debian sid supporta ancora questo shortcut, ho deciso di trovare una rapida soluzione a questa sgradevole limitazione.
È sufficiente recarsi in sistema–>preferenze e selezionare la voce “Scorciatoie da tastiera”.  Dopo che la bellisima e semplicissima finestra di dialogo si è aperta dinnanzi a noi, ci basterà scorrere fino alla sezione “Gestione Finestre” e alla voce scorciatoia dell’azione “Nascondi tutte le finestre normali e imposta il focus sulla scrivania” mettiamo Ctrl+Alt+D.
Dilemma risolto, al prossimo.
G.
Tagged , ,

Ubucompilator, ” not for human beings”

Ubucompilator a mio avviso ne ha fatto di strada,di strada in relazione al mio “miglioramento” con gambas. Attualmente ubucompilator giunto alla versione 1.0 Beta e con un piede e mezzo alla versione 1.0, adotterà un cambio di politica, o di concezione. Perché? Non c’è un perché, forse ho scoperto che ubucompilator è realmente “not for human beings”. Ho creato un programmino o una gui (per i più pignoli) che a me pareva utile e funzionale. Qualcuno l’ha definito una truffa o poco funzionale.  Pensandoci bene ho scoperto che non è per tutti, un po’ come non lo era GNU/linux agli inizi della sua diffusione. Compilare software è diventata una cosa sempre più semplice,  i sorgenti sono sempre meno difficili da compilare e gli IDE provvedono spesso a gestire da soli le dipendenze del software. Solitamente chi compila software è in “possesso” ed ha acquisito alcuni automatismi più o meno automatici per una compilazione ottimale. Qualcuno che mastica GNU/linux e non da poco mi ha onestamente detto che non utilizzerebbe mai una gui per la compilazione pur’essendo un buonissimo prodotto. No, non ho intenzione di bloccare lo sviluppo di Ubucompilator. Anzi. Ho deciso che Ubucompilator ci sarà ancora, ma con una fascia di utenza totalmente differente da quella fin’ora avuta. Ubucompilator sarà per l’utente geek. Per chi ha sempre voglia di testare cose nuove, provare il diverso e compilare un software che compila altro software. Il progetto è attualmente hostato su: Google Code, Launchpad e Git Hub. Il blog ufficiale esiste ancora ed è tutt’ora funzionante.

Continue reading

Tagged , , , , ,

Ubuntu 10.10, magia pornografica ma poi?

Oggi è 10.10 e alle 10.10 Mark ha annunciato il rilascio della distro più pornografica di sempre. Pornografica non come la intende il buon Felipe, ma contando  10.10.10 scritto in numeri romani è X.X.X penso che l’appellativo “pornografico” sia azzeccato.  Come ad ogni release c’è un grande affollamento e la famosa “corsa” al download.  Nulla di nuovo eh, ci mancherebbe, tutto va a sottolineare la stupidità della massa. «Ma come ho letto su twitter che non riuscivi a scaricare l’iso Gusions, sei il solito ipocrita che non sa come sputtanare il bellissimo lavoro di casa Canonical»  Lo ammetto, ho scaricato anche io alle 15.15 Ubuntu 10.10 via torrent però. Ho deciso di provare tutto e subito dato che il mio laptop cade a pezzi ed avendo smanettato troppo con Lucid, ho fatto qualche casino irreparabile che non m’era più concesso usare evolution, openoffice o firefox senza creare un blocco di sistema di dimensioni di una coda in un apple store la notte di un nuovo prodotto con la mela sopra. Continue reading

Tagged , , , ,

Ubuntu 10.10 e iPod Touch, no.

La distro più pornografica del 2010, o per meglio dire 10.10.10 che in numeri romani x.x.x. Il mio iPod touch viene montato ma la musica sincronizzata con rhythmbox non viene riprodotta dal dispositivo. Mentre con gtkpod  qualcosa di meglio c’è, non tutta la musica viene sincronizzata. La musica che presenta caratteri come ù,à.ò non viene riprodotta. Ho aggiornato a libimobiledevice-1.0.3 ma nulla. Su lucid andava, con Maverick no.  Vi scriverò per aggiornamenti.

Ho iniziato a segnalare i bug 1

AGGIORNAMENTO 19.10.2010. La musica sincronizzata con rhythmbox non viene eseguita sul dispositivo, mentre quella con banshee si. Quindi si tratta di un bug della versione di rhythmbox distribuita con ubuntu dato che la versione (la medesima)  che usavo su Lucid funzionava a dovere.

Tagged , , ,

Canonical, launchpad e il rapporto con i developers!

Ogni tanto mi capita di tornare a scrivere su questo blog. Ma sicuramente non sono immobile. Non sto fermo. M’accorgo di tutto quello che accade all’interno della blogsfera. Ci sono mille notizie che meriterebbero un minimo di attenzione, ma purtroppo il tempo manca, gli stimoli e forse  qualcos’altro.

Sono impegnato particolarmente in questi giorni nello sviluppo intensivo di Ubucompilator e Libimobiledevice-gtk.  Nonstante la differenza di diffusione, metto lo stesso impegno nello sviluppo di entrambi i progetti. Proprio lavorando a questi due progetti, ho notato questa piccola “mancanza” nella distro di casa Canonical. Uno strumento che metta a contatto nel miglior modo possibile sviluppatori e launchpad. La piattaforma creata da Canonical, per la gestione di progetti amatoriali e non ha infinite potenzialità e chi è un pochettino attento noterà che il 90% dei progetti che si trovano in orbita debian-ubuntu e derivate passano per launchpad. Launchpad è una sorta di paradiso per gli sviluppatori o comunque per chi ha da “mettere in vetrina” un software. Gli strumenti vanno da un aiuto per le traduzioni, alla segnalazione dei bug, passando per le domande fino ad arrivare all’upload di codice tramite bzr. La mia mente ormai in clima pre-linux day mi porta a tornare a livelli di nerdismo dei migliori. La mia idea sarebbe quella di sviluppare (non io ma i ragazzi pagati dai dollari spaziali di gesùmarkholapallaio) un tool che permetta una gestione di upload-download e creazione dei pacchetti .deb in maniera “for human”. Attualmente è un qualcosa di molto “meccanico”, partendo dalla configurazione dell’indirizzo del ppa, passando per l’approvazione  e l’upload del codice. Penso che potrebbe essere una bella idea quella di questo “tool for human” per una gestione “for human (ecchecacchio ho detto for human du…tre volte) del codice.

Lascio a voi e la vostra fantasia erotica nel design di software per tirare fuori qualcosa di carino, ah no chiedete ad ammonkey se c’è un mockup di trasformarlo in qualcosa di concreto ;)

G.

Tagged , ,